Mercoledì 08 dicembre 2021

Ok dal governo: soccorso alpino, chi sbaglia paga

Condividi

elicottero soccorso alpino bormioIl Consiglio dei ministri non ha impugnato la legge approvata dal Consiglio regionale della Lombardia che fissa sanzioni e compartecipazione alle spese per i soccorsi inutili. Tocca ora alla Giunta regionale, entro 90 giorni, stabilire le compartecipazioni, poi il testo passerà alla commissione Sanità di palazzo Lombardia.
La notizia, pubblicata da “Il Giorno” in questo articolo, sottolinea il parere della Regione secondo cui non c’è “nessuno spirito punitivo o necessità di fare cassa, ma l’intento di attivare una diversa cultura della montagna, più rispettosa e responsabile”.
L’articolo riporta anche l’opinione del responsabile di Sicuri in montagna del Soccorso alpino: “Soccorso alpino e Cai non sono di principio contrari a questa legge perché potenzialmente può ridurre gli abusi, di fatto è una necessità sia economica sia culturale. Se si vuole prendere la legge come un monito è da considerare positiva, diversamente rimangono aperti altri ambiti di riflessione più critici. Chi va in montagna deve essere preparato, responsabile e attrezzato non perché lo stabilisce una legge ma perché è buon senso e in questo la norma è positiva”.
Per il resto delle dichiarazioni vi rimandiamo al testo completo della notizia pubblicata da “Il Giorno” edizione di Milano.
Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie