Sabato 04 dicembre 2021

Nuove regole per parcheggiare a Santa Caterina Valfurva

Condividi





La nuova regolamentazione dei parcheggi dell’abitato di Santa Caterina in Valfurva ha reso a pagamento ogni parcheggio nel paese, senza però chiuderlo totalmente al traffico. Cosa che purtroppo sarebbe difficile per tanti motivi, tra cui la scarsa capienza del nuovo parcheggio multipiano. Da dicembre è fatto divieto sostare nelle aree che non siano adibite a parcheggio, nel nuovo parcheggio multipiano all’ingresso del paese si pagherà 3 € per 12 ore, nel parcheggio della Fonte e in centro si pagherà 6 € per 12 ore, con tariffazione oraria e possibilità di pagamento con carte. A chi vorrà recarsi ai Forni in questi mesi di chiusura strada sarà vietato sostare su tutta la Via Forni oltre il parcheggio della Fonte, anche quella specie di Prato dove inizia la salita non sarà più utilizzabile, così come tutti i terreni privati non adibiti a parcheggio. Certo avrei dato la possibilità ai clienti dei rifugi di avere a disposizione dei posti riservati alla Fonte, se il parcheggio si satura tutto andrà all’esterno paese, con relativa lunga camminata per arrivare all’imbocco della valle dei Forni, anche se c’è una navetta che porta alla Fonte in caso di chiusura dei parcheggi in centro. Il pagamento delle soste o dei transiti è ormai in uso in tutte le stazioni turistiche italiane e non, non vedo perché Santa Caterina non possa farlo con cifre ragionevoli. La cosa più bella è certamente il divieto di parcheggio fuori dalle aree prestabilite. Saggia scelta, nelle località turistiche alpine la sosta selvaggia, soprattutto in alta stagione, non è un buon biglietto da visita.
Marco Trezzi
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie