Lunedì 06 dicembre 2021

Non si ferma la cronistoria delle auto contromano sulla statale 38

Condividi

Forse è il caso di organizzare un corso di ripasso per come si percorre, ma verrebbe da dire anche si entra, in una rotonda. Aperto a tutti. Perché non è più un caso isolato, ma un problema, serio.
Del resto quando il 29 ottobre abbiamo raccontato della scontro frontale per auto contromano alla rotonda di Morbegno non pensavamo, grazie a “Radio Station One” che lo ha segnalato su Facebook (la foto che pubblichiamo è quella messa online da RSO), di dover aggiornare la cronistoria dei contromano in provincia di Sondrio.
Mercoledì nel tardo pomeriggio è arrivato un nuovo incidente, uno scontro frontale per fortuna non grave, avvenuto ancora una volta a causa di un’auto entrata contromano nella rotonda della tangenziale di Morbegno a Cosio Valtellino, su uno degli svincoli rotatori di accesso alla “variante di Morbegno” della statale 38.
La guida errata ha visto protagonista una 80enne che fortunatamente conduceva la propria Fiat 500 a bassa velocità, e che ha centrato una Fiat Panda che arrivava correttamente nel senso opposto. Come hanno potuto accertare gli uomini della Polizia di Stato giunti sul posto per i rilievi del caso.
Il dato di fatto è che nonostante la segnaletica orizzontale e verticale presente sulla strada, e i numerosi, ma di fatto inascoltati, appelli delle autorità, sembra di assistere ad una seconda epidemia oltre a quella tristemente nota del Covid, quella dei mezzi contromano sulle statali 36 e 38.

Ultime notizie