La memoria emozionale della neve

Condividi

memoria emozionale neve La neve è in grado di modificare psiche, umore e il modo di approcciarci alla vita. Ma sapete perché accade? La risposta sta in quella che viene chiamata “memoria emozionale”. Quando ricordiamo alcuni eventi passati, il ricordo porta con sé anche l’emozione associata ad esso, perché è chiaro che, le nostre prime esperienze con la neve da bambini ci hanno dato gioia, e la mente conserva nel suo “cassetto” migliore questa emozione, associandola alla meve. Questi ricordi rimangono racchiusi in essa anche in età adulta, tutto quello che ci porta emozione lo portiamo in testa fino all’ultimo respiro. In età adulta, ma nei bambini soprattutto, è l’istinto di gratificazione che ci porta a ricercare questo genere di emozioni, spingendoci a ricercare quello che ci da felicità. È palpabile la spensieratezza e la gioia che si diffondono nell’aria grazie ad una bella nevicata, gli adulti si concedono cose che normalmente lascerebbero fare solo ai bambini. La neve è simbolo di purezza, ciò porta le persone a calmarsi, è come un placebo, dovuto anche al fatto che la neve ha la capacità di attutire i suoni, la neve fresca è un’isolante fantastico, il mondo è silenzioso dopo una nevicata.
Marco Trezzi


Ultime notizie