Giovedì 09 dicembre 2021

Livigno, al via il festival dedicato all’avventura e all’esplorazione

Condividi

La settimana prossima, a LIVIGNO, la seconda edizione di ADVENTURE AWARDS DAYS, il festival internazionale dedicato all’avventura e all’esplorazione.
Film da tutto il mondo, workshop con importanti fotografi e video maker, training camp di MTB, running, trekking e yoga con grandi atleti, incontri inediti con scrittori, esploratori e atleti, spettacoli serali, concerti all’alba, feste.
Adventure Awards Days Livigno – Italy
22 – 27 luglio 2014
L’appuntamento dell’estate per tutti gli amanti dell’avventura è a Livigno, dal 22 al 27 luglio 2014 (con una anteprima il 21).
Adventure Awards è un festival dedicato all’avventura e all’esplorazione che offre a tutti la possibilità di vivere la propria esperienza, attraverso l’azione o il racconto.
Livigno, capitale italiana dell’outdoor, accoglie dunque un altro evento dedicato all’action, all’avventura e all’esplorazione. Tantissimi gli appuntamenti.
Negli stessi giorni della Stralivigno, celebre gara di running che richiama ogni anno oltre 1.500 partecipanti, AAD organizza training camp di trail running e ultra trail con grandi atleti nazionali e internazionali, come Stefano Gregoretti (vincitore della Gobi Desert e della Yukon Arctic Ultra), il canadese Ray Zahab (quest’anno, assieme a Gregoretti, primo uomo ad attraversare di corsa l’Isola di Baffin in invernale) e il fortissimo ultra runner Filippo Canetta.
Zahab e Gregoretti porteranno inoltre in Italia, durante i giorni del festival, il format USA Impossible2possible, che porterà un gruppo di 5 ragazzi a correre sulle Alpi lombarde per 5 giorni, con partenza e rientro a Livigno.
Inoltre workshop di foto e video con importanti fotografi e video maker: l’Alpine photo workshop con Riky Felderer (due giorni di immersione totale per approfondire le tecniche di fotografia, in particolare di arrampicata e montagna, con focus sulla fotografia notturna) e il MTB photo workshop con Matteo Cappé (focus sulla preparazione dello zaino, la tecnica fotografica, la preparazione dello scatto, la scelta della luce, il rapporto con il rider e non solo).
Imperdibile la trekking experience con l’esploratore artico Michele Pontrandolfo e l’ultra- runner e motivatore Marco Berni: un’escursione nella natura per imparare a gestire gli imprevisti, a controllare il rischio e a pianificare una escursione in sicurezza, anche utilizzando le mappe e gli strumenti tecnologici.
Ci sarà poi la prima edizione dell’Adventure Photo Day, un contest fotografico per smartphone a squadre (due o tre persone), dedicato alla natura, aperto a tutti: un’occasione per guardare il paesaggio alla ricerca dello “scatto perfetto” per vincere uno dei bellissimi premi.
Tra gli ospiti, nomi internazionali come quello del grande alpinista Hervé Barmasse, che riceverà il premio come Best Advenrturer 2014, reduce quest’anno dal primo concatenamento delle 4 creste del Cervino, del freerider Emilio Previtali, Best Storyteller 2014, e della esploratrice, giornalista e guru americana del power yoga Payge McMahon che terrà due stage di yoga dedicati agli sportivi.
Emilio Previtali, che ha appena raccontato in presa diretta l’impresa di Simone Moro sul Nanga Parbat, terrà un workshop sullo storytelling dedicato specificamente al tema dell’avventura, e in particolare sulle storie che possono nascere, crescere ed anche riprodursi quando si affronta una avventura, grande o piccola che sia.
L’avventura sarà anche in sala: il 21 e il 23 saranno infatti riservati a una selezione dei migliori film e documentari da tutto il mondo. I film in programma, 19, saranno premiati con 2 Awards; il Best Movie, un premio in denaro per il film più bello e emozionante, e il Green Award, per l’opera che meglio trasmette i valori legati alla tutela dell’ambiente.
Lo spettacolo teatrale “(S)legati”, dedicato alla vicenda di Joe Simpson e Simon Yates, porterà in scena una grande storia di alpinismo. E nella notte tra venerdì e sabato una suggestiva camminata notturna porterà il pubblico all’alba tra le cime, dove il concerto in acustica del grande Cisco, ex voce dei Modena City Ramblers, accompagnerà il sorgere del sole.
Ogni giorno alle 18, appuntamento al “campo base” in zona pedonale con l’HappyAdventureHour in compagnia di atleti, scrittori, artisti, musicisti esploratori e avventurieri, come Danilo Callegari, Michele Pontrandolfo, Marco Berni, Marco Peruffo, Franco Michieli e altri.
E ancora, esibizioni, eventi speciali, curiosità, corsi di arrampicata, slackline, kayak, preparazione alla gara, consigli e, infine, la possibilità di vivere un’esperienza insieme ai propri eroi.
Ricco programma anche per ragazzi: mtb free-ride school con pump-track per 14-18 anni, geo- catching, percorsi avventura, trekking con bivacco notturno, yoga per bambini e ragazzi, corso di slackline e incontri sul prato per conoscere tutti gli ospiti del festival.
In occasione della serata di gala saranno consegnate la Barba d’oro (simbolo dell’avventuriero, disegnata ogni anno da un diverso artista) del Best Adventurer e quella del Best Storyteller 2014: le due anime del festival.

Lascia un commento

*

Ultime notizie