Domenica 05 dicembre 2021

Lanzada, cambia la gestione del Pradasc in Valmalenco

Condividi

10250074_1461175740785607_8170644563485190340_n Ieri, dopo cinque anni di attività, i gestori dell’area del Pradasc a Lanzada in Valmalenco hanno passato la mano a nuovi soggetti.
L’auspicio di tutti è che il centro sportivo (e mille altre cose) della località malenca, che negli anni era diventato fulcro di eventi sportivi e non e di una fiorente attività collegata anche al campeggio adiacente e alla parete di arrampicata in dotazione continui e non si perda il patrimonio costruito da tutti coloro che hanno contribuito al suo successo.
I titolari hanno lasciato su facebook queste righe di ringraziamento che ci sembra utile e corretto pubblicare per tutti i turisti che hanno frequentato il Pradasc, augurandogli di trovare in futuro le medesime soddisfazioni professionali e non.
Oggi ho passato le chiavi di Pradasc: siamo arrivati cinque anni fa e non c’era nessuno, era spoglio, sporco, c’era muffa e ragnatele ovunque, moschettoni arrugginiti… Ora c’è una palestra perfettamente in ordine il primo campeggio della valle e con tutte le migliorie apportate e’ diventato un centro sportivo DOC e molto apprezzato. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno condiviso con noi momenti di gioia, di festa, di sogni, di garette come il memorial o dei grandi eventi con i più forti scalatori del mondo, di chi ha condiviso con noi le fatiche per preparare questi eventi, per gestirli o per migliorare la palestra. Ringrazio l’amministrazione comunale con cui c’è stato il giusto feeling per una collaborazione proficua e ringrazio tutti coloro che hanno apprezzato le nostre fatiche ed il nostro impegno. La lista dei ringraziamenti è troppo lunga e potrei dimenticare qualcuno. Un abbraccio a tutti. Isabella Isabolika Dioli, Ivan Pegorari, Utavia Negrini e il mitico Gaspare“.

Lascia un commento

*

Ultime notizie