Mercoledì 08 dicembre 2021

La Reit, un luogo dell’anima per Bormio e Valfurva

Condividi





La splendida e Dolomitica Reit, fotografata guardando la Val d’Uzza, alle porte di Valfurva, verso la sua parete più alta, un bel muro di 700 metri verticali che supera i 3000 metri di altitudine, con gli splendidi contrasti tardo autunnali dettati dai colori dei larici e dalla neve. Per le popolazioni locali di Bormio e Valfurva la Reit non è solo un monte: è un luogo dell’anima, di un’anima collettiva, è simbolo dalle diverse valenze, insieme bastione rassicurante e baluardo contro i venti da nord; così come scenario inquietante, nei suoi orridi canaloni, di ombrosi misteri e della celebrazione della giustizia divina contro i malvagi. Diverse e differenti leggende trovano qui la loro cornice.
Marco Trezzi
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie