Venerdì 20 maggio 2022

La disputa tra Valposchiavo e Livigno sul traffico estivo

Condividi





Da giugno a novembre, durante l’apertura del passo Forcola Passi alpini Valtellina
Negli ultimi anni il tema del traffico in Valposchiavo diretto verso Livigno durante il periodo di apertura del passo Forcola si stava infiammando, ma poi, con l’arrivo della pandemia i toni si sono (in parte) smorzati. Forse anche grazie al fatto che da parte elvetica le date di apertura della Forcola sono state messe nero su bianco. Nel 2016, infatti, il Canton Grigioni ha stabilito la durata minima della chiusura della tratta La Motta – Passo Forcola, legandola non più alle alle condizioni meteo, ma a date e regole precise.

NO AL PEDAGGIO – Ciò nonostante è prevedibile che nel futuro, appena la portata del traffico aumenterà (Covid permettendo) da giugno a novembre, gli abitanti della Valposchiavo torneranno ad occuparsene e a richiedere modifiche alla situazione, per disincentivare i transiti dei mezzi. Che vedeva in passato fino a 165.000 passaggi nel mese di agosto (nel 2019). Addirittura tempo fa (oltre confine) si era pensato ad un pedaggio.

TARGHE ALTERNE – L’ultima e recente proposta è del marzo 2021 e ha visto la commissione traffico della Regione Bernina proporre ufficialmente l’introduzione delle targhe alterne nei quattro chilometri che si percorrono dalla dogana La Motta fino al passo Forcola.
Livigno prezzo benzina diesel Gpl
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie