Diventano pubblici gli impianti di risalita della Valgerola

Condividi

La Comunità Montana Valtellina di Morbegno è la nuova proprietaria degli impianti a fune situati nel comune di Gerola Alta, prima in capo alla società Pescegallo 2000, che vedeva la partecipazione dello stesso ente, con una quota del 71%, della Fupes per il 20% e dei Comuni delle valli del Bitto e di Gerola per il restante 9%, e che è stata posta in liquidazione. Una serie di passaggi complessi, tra la valutazione del valore degli impianti, stimato in 110 mila euro, e la compensazione dei crediti di pare importo che la Comunità Montana vantava nei confronti della società, per il passaggio di proprietà della stazione sciistica di Pescegallo.
Formalmente la Pescegallo 2000 non esiste più, come una sentenza della Corte dei Conti aveva imposto: per la Legge Madia che disciplina le partecipazioni pubbliche, la società non possedeva i requisiti per essere partecipata dagli Enti pubblici. Nello specifico, la Comunità Montana Valtellina di Morbegno è proprietaria della sciovia monoposto Pianone di Salmurano, realizzata nel 1998, della seggiovia Fenile-Salmurano a due posti, entrata in servizio nel 2001, con l’ex stazione di arrivo, ubicata a quota 1900 metri, e della vasca di accumulo dell’acqua per l’innevamento artificiale.
La revisione complessiva degli impianti è scaduta nel 2020 e prorogata al 31 dicembre 2022 e avrà un costo per le casse pubbliche di 300 mila euro.


Lascia un commento

*

Ultime notizie