Domenica 05 dicembre 2021

Giovedì brutto tempo, possibili nevicate oltre i 1700-1800 metri

Condividi

Palabione Aprica La depressione di origine atlantica determina condizioni meteorologiche instabili, con flusso sud-occidentale di aria umida e relativamente mite. Per oggi cielo coperto o molto nuvoloso ovunque, con precipitazioni di debole intensità diffuse su tutti i settori. Possibili nevicate oltre i 1700-1800 m di quota. Sono mediamente attesi, a 2000 m, dai 10 ai 30 cm sulla fascia Retica. La fase perturbata è accompagnata da un’insistente attività eolica sud-occidentale, la quale determina formazione di lastroni soffici diffusi in tutte le zone sottovento. Essi, poggiando su croste da fusione e rigelo e orizzonti superficiali duri e compatti, sono caratterizzati da una stabilità precaria e possono essere staccati con debole sovraccarico. Attività valanghiva spontanea possibile durante la nevicata. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su Retiche Occidentali e Centrali, 2 MODERATO su Adamello e Orobie, IN AUMENTO su Retiche Orientali 1 DEBOLE su Prealpi.
Anche la giornata di giovedì sarà caratterizzata da brutto tempo su tutti i settori, con precipitazioni di debole intensità diffuse. Possibili nevicate oltre i 1700-1800 m di quota. Sono mediamente attesi, a 2000 m, dai 5 ai 15 cm sulla fascia Retica. Le nevicate saranno accompagnate da un’insistente attività eolica a prevalente direzione meridionale, la quale rimaneggerà la neve fresca, depositandola in conche e avvallamenti sottovento. I lastroni soffici di neoformazione, poggiando su strati deboli inglobati, potranno essere staccati con debole sovraccarico su molti pendii a qualsiasi esposizione. Attività valanghiva spontanea ancora possibile, con valanghe anche di media grandezza. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su Retiche Occidentali e Centrali, 2 MODERATO su Orobie, Adamello, in AUMENTO su Retiche Orientali, 1 DEBOLE su Prealpi.
Per venerdì cielo coperto o molto nuvoloso ovunque, poi progressiva attenuazione della copertura con velature medio-alte diffuse su tutti i settori. Nella mattinata, la coda della perturbazione interesserà i settori sud-occidentali determinando possibili deboli precipitazioni in rapido esaurimento. Dal punto di vista nivologico il rialzo termico determinerà un rapido assestamento e consolidamento della neve fresca. I legami tra neve vecchia e lastroni soffici di neoformazione, saranno ancora precari, pertanto sui versanti più ripidi sarà possibile provocare valanghe anche con debole sovraccarico. Alle quote più basse il manto nevoso si presenterà in isotermia e bagnato o fradicio per l’intero spessore. Attività valanghiva spontanea in esaurimento. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO IN DIMINUZIONE su Retiche Occidentali e Centrali, 2 MODERATO su Retiche Orientali, Adamello e Orobie, 1 DEBOLE su Prealpi.
Fonte: Arpa Lombardia 

Bollettino neve

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie