Dove si buttano e come si smaltiscono le lampadine


Le regole per buttare le lampadine rotte, fulminate o esaurite sono importanti (sulla confezione viene indicato infatti il simbolo del cassonetto barrato) perché i materiali che le compongono sono molto inquinanti se non smaltite correttamente: vetro, plastica e metalli.

L’errore principale che viene commesso e che va assolutamente evitato è quello di buttarle nel cassonetto del vetro, come non si devono mai inserire nel sacco del secco o indifferenziato.
I materiali delle lampadine, se smaltite correttamente, possono essere infatti riciclati fino al 95%.
In particolare le lampadine LED, quelle più diffuse e che fanno risparmiare più corrente elettrica, fanno parte della categoria dei rifiuti rifiuti di apparecchi elettrici/elettronici (RAEE).

Lo smaltimento può essere fatto in tre modi.
Lasciando le lampadine da buttare nel negozio dove si comprano quelle nuove.
Portando le lampadine nei punti vendita della grande distribuzione dove, essendo prodotti di piccole dimensioni piccole, i negozi che hanno una grossa superficie di vendita sono obbligati a ritirare le lampadine rotte, folgorate o finite anche senza l’acquisto di nuove.
Portando le lampadine nelle isole ecologiche o nei centri di raccolta comunali che permettono di smaltire rifiuti RAEE.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie