Venerdì 03 dicembre 2021

Domani entra in servizio “Spluga”

Condividi

Giovedì 28 agosto effettuerà la sua prima corsa sulle linee della Valtellina «Spluga», il quinto dei nuovi treni completamente ristrutturati nell’ambito del progetto Interreg. Lo «Spluga» giovedì farà servizio tutto il giorno sulla Colico-Chiavenna; in particolare, le prime corse saranno la n. 4945, in partenza da Chiavenna alle 7.04 e diretta a Colico, e la n. 4948, che partirà da Colico alle 8.10 per Chiavenna.
I nomi dei treni ristrutturati all’interno del progetto Interreg rendono omaggio ai passi rappresentativi del territorio. Il convoglio in circolazione da giovedì prenderà infatti il nome di «Spluga», valico sul confine italo-svizzero che collega l’omonima vallata alla valle del Reno superiore, ed è stato preceduto dai treni «Stelvio», «Gavia», «Maloja» e «Forcola», introdotti rispettivamente il 25 marzo, 24 aprile, 15 giugno e 13 luglio.
Con l’immissione del quinto treno prosegue nel pieno rispetto dei tempi il processo di rinnovo della flotta Trenord per le linee Sondrio-Tirano e Colico-Chiavenna. Entro la fine dell’anno, in totale, saranno 18 le carrozze completamente rimesse a nuovo.
Il progetto Interreg. Si tratta di un programma di cooperazione tra Italia e Svizzera, sostenuto da Provincia di Sondrio, Regione Lombardia, Cantone dei Grigioni, Provincia di Brescia e Camera di Commercio di Sondrio. Il progetto dispone un finanziamento di 250mila euro per il rinnovamento della flotta. Al finanziamento Interreg si aggiungono circa 300mila euro a convoglio stanziati da Trenord.
L’intervento di «revamping». Gli interventi, nell’ambito della manutenzione ciclica dei treni, prevedono una radicale azione di ristrutturazione e il restyling di tutti i convogli (il cosiddetto revamping): climatizzazione, pellicolatura esterna con una livrea dedicata, revisione delle parti meccaniche ed elettriche, ripristino dei pannelli delle pareti interne e delle toilette, sostituzione dei rivestimenti delle sedute, revisione degli impianti di diffusione sonora.
Fonte: Ufficio stampa Trenord 

Lascia un commento

*

Ultime notizie