Dal PC allo smartphone: il digitale sempre più protagonista nelle nostre case

L’utilizzo dei servizi digitali è ormai una costante delle nostre vite quotidiane: computer, smartphone e persino le televisioni sono sempre connessi a internet e ci consentono di svolgere tantissime attività, sia professionali che di svago. Ma quali sono i servizi più amati?

Continua a crescere la spesa delle famiglie per i dispositivi digitali

Gli italiani sono sempre più connessi in rete e la spesa per l’acquisto di dispositivi digitali continua a crescere di anno in anno: è quanto emerge dal quinto rapporto Auditel-Censis sulla transizione digitale, che mostra come il nostro Paese stia facendo enormi passi in avanti da questo punto di vista. In soli 5 anni, infatti, il numero di device connessi a internet è cresciuto di 17 milioni di unità, raggiungendo quota 93 milioni, con smartphone, computer e smart TV a trainare il comparto.

Proprio gli smartphone continuano a essere i dispositivi più amati dagli italiani – se ne contano ben 48 milioni (+6 milioni rispetto al 2017) – mentre le TV dotate di una connessione alla rete internet hanno raggiunto quota 16,7 milioni (+11 milioni). A questi si vanno ad aggiungere computer fissi e portatili, che trovano ampio spazio non solo sui luoghi di lavoro ma anche nelle case, e device di più recente introduzione come gli smartwatch, sempre più vicini a livello di funzioni agli stessi smartphone.

La presenza dei dispositivi digitali riguarda ormai la maggioranza delle famiglie italiane, per una percentuale dell’87,2% che ne ha almeno uno in casa, mentre restano fuori circa 2 milioni di nuclei familiari che non utilizzano la rete, nella gran parte dei casi persone over 65, molte delle quali sole, che hanno difficoltà ad avvicinarsi alle nuove tecnologie.

Quali sono i servizi più usati online

L’uso di internet riguarda ormai tutte le attività quotidiane, dal lavoro al divertimento, passando per i rapporti con la Pubblica Amministrazione: comunicazioni, documenti, contenuti di svago, tutto oggi si muove in rete con importanti ricadute in termini di praticità, velocità e maggiori opportunità per tutti gli utenti.

Proprio il settore dell’intrattenimento, per esempio, ha colto con grande intelligenza le nuove possibilità offerte dalle tecnologie digitali, studiando soluzioni che potessero consentire agli utilizzatori di avere i propri passatempi preferiti sempre a portata di mano. Basti pensare alle piattaforme incentrate sugli svaghi tipici delle sale, come il blackjack, nella loro versione digitale, oppure a quelle che permettono di ascoltare musica o ancora ai servizi per la visione di film e serie televisive, ampiamente utilizzati su smart TV e che hanno completamente rivoluzionato il modo di intendere la televisione.

Alla crescita del numero di dispositivi e persone connesse a internet, peraltro, corrisponde anche un cambiamento culturale ben evidenziato dal boom dello shopping online, altra attività oggi molto apprezzata dagli italiani. La possibilità di acquistare comodamente dal PC o dallo smartphone e di ricevere i prodotti scelti direttamente a casa, infatti, piace sempre di più e sembrano ormai cadute le barriere legate alla scarsa fiducia nei confronti degli e-commerce e dei sistemi di pagamento digitali.

Internet però è anche un potentissimo strumento per comunicare e per lavorare in maniera più efficiente, di conseguenza tra gli utilizzi più comuni troviamo proprio quelli relativi all’invio di messaggi ed e-mail, che vengono consultati più volte al giorno sia per ciò che riguarda gli scambi con amici e familiari che quelli più strettamente legati all’attività professionale. Sempre più facilmente raggiungibili via web sono poi le Pubbliche Amministrazioni, che dopo l’introduzione dello SPID e della Carta di Identità Elettronica si sono aperte a una modalità completamente nuova di rapportarsi con il cittadino, abbattendo burocrazia e tempi di attesa, un cambiamento che ha incontrato il favore di moltissimi italiani, che regolarmente si servono dei portali delle PP.AA. per gestire pratiche, inviare richieste e restare informati.

In crescita, infine, sebbene ancora in forte ritardo rispetto al resto d’Europa, i servizi di home banking accessibili sia da PC che da mobile, che permettono di gestire comodamente il proprio conto corrente e i prodotti associati, consultare il saldo ed eseguire operazioni di varia natura senza recarsi allo sportello.

Ultime Notizie