Dal 2022 assicurazione in pista obbligatoria

Condividi

Urge fare chiarezza sulla questione dell’assicurazione obbligatoria per sciare in Italia dal 2022. Abbiamo ricevuto centinaia di commenti sui social, in chat e con ogni mezzo possibile con riportati dei link che, a detto di chi ce li manda, avremmo scritto una panzana dato che la legge di cui abbiamo parlato entrerebbe in vigore solo dal 2023.
Dispiace, ma non è così. A trarre in inganno un comunicato delle associazioni nazionali degli impiantisti che davano la loro versione dei fatti, smentita però pochi giorni dopo dai fatti. Ma con tanti link che riportano la notizia sbagliata ancora online.
Non sembra molto interessante su questo sito riportare la spiegazione legale e i cavilli legislativi che, sempre secondo le fonti di cui sopra, hanno modificato il ritardo dell’entrata in vigore del provvedimento. Ciò che conta è riportare la verità dei fatti e, scorrete a fine notizia, i modi alternativi per evitare di pagare questa assicurazione.
La notizia dell’8 ottobre 2021
Il Decreto Legislativo n. 40 del 28 febbraio 2021, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali, all’articolo 30 ha introdotto l’obbligo, a partire dal 1° gennaio 2022, dell’assicurazione con responsabilità civile verso terzi per accedere alle piste da sci.
Il DL 40/2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 aprile 2020 stabilisce che “lo sciatore che utilizza le piste da sci alpino deve possedere una assicurazione in corso di validità che copra la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi. È fatto obbligo in capo al gestore delle aree sciabili attrezzate, con esclusione di quelle riservate allo sci di fondo, di mettere a disposizione degli utenti, all’atto dell’acquisto del titolo di transito, una polizza assicurativa per la responsabilità civile per danni provocati alle persone o alle cose”.
La normativa precedente imponeva ai gestori degli impianti di stipulare un “contratto di assicurazione ai fini della responsabilità civile per danni derivabili agli utenti e a terzi per fatti derivanti da responsabilità del gestore”.
La sanzione per chi non adempie all’obbligo sarà di carattere amministrativo da 100 a 150 € oltre al ritiro dello skipass.
L’assicurazione, dalla giornaliera alla stagionale, si potrà stipulare contestualmente all’acquisto dello skipass oppure attraverso una compagnia assicurativa.
Come risparmiare l’assicurazione obbligatoria per sciare

Ultime notizie