Mercoledì 19 gennaio 2022

Cura dei tumori: nuovo acceleratore lineare all’Ospedale di Sondrio

Condividi

A primavera il reparto di Radioterapia oncologica e Medicina nucleare dell’Ospedale di Sondrio avrà un nuovo acceleratore lineare, il top di gamma in questo ambito, lo stesso utilizzato in centri specialistici come Humanitas e Istituto dei Tumori. Nelle scorse settimane è stata smontata l’apparecchiatura in uso, uno dei due acceleratori lineari presenti nel reparto, e sono iniziati i lavori di demolizione del pavimento all’interno del locale adibito: entro qualche settimana sarà completato il nuovo basamento, adatto a sostenere un apparecchio del peso di circa cinque tonnellate, e a gennaio, con il cemento consolidato, si potrà procedere con l’allestimento degli spazi. In vista dell’ennesima innovazione di un reparto all’avanguardia nella cura dei tumori che può già contare su Moc, Pet e Stereotassi, la Radioterapia oncologica e Medicina nucleare ha organizzato il lavoro sull’altro acceleratore lineare in uso, ampliando gli orari per soddisfare tutte le richieste. Si comincia alle 8, anziché alle 8.30, e si prosegue anche durante la pausa pranzo, con la possibilità di prolungare al pomeriggio, se necessario, fino alla prossima primavera. Il reparto è in grado di soddisfare tutte le richieste e non esistono liste di attesa: i pazienti iniziano la terapia pochi giorni dopo la prescrizione. Il passo successivo è rappresentato da una ulteriore innovazione: la suddivisione del ciclo di radioterapia in un numero minore di sedute, che si è dimostrata allo stesso modo efficace.

Ultime notizie