Dicembre 4, 2022 16:37

Chi sarà il prossimo presidente della Provincia di Sondrio e quanto guadagnerà

Fissata la data delle prossime elezioni provinciali in provincia di Sondrio: gennaio 2023. Decisione che è stata presa dall’attuale presidente, che ha facoltà di sceglierla.

In base alla legge Delrio (n.56/2014) possono candidarsi esclusivamente i primi cittadini il cui mandato non scada prima di 18 mesi dalla data delle votazioni.
Ricordiamo che non esiste più la giunta provinciale, ma possono essere affidate le deleghe ai consiglieri. Come noto il presidente non viene più eletto direttamente dai cittadini.

In base alla data scelta per le elezioni di cui sopra, vengono esclusi i primi cittadini in scadenza nel 2024, i quali avrebbero potuto svolgere al massimo 18 mesi di mandato, al posto dei quattro anni previsti.

Su 77 sindaci sono di conseguenza 53 quelli esclusi a priori dalla contesa (compresi quelli che saranno chiamati alle urne nel 2023). Tra i quali quelli di Sondrio, Morbegno, Tirano, Chiavenna, Sondalo e Chiuro.
A gennaio quindi sono una ventina i possibili candidati rimasti in corsa tra cui i primi cittadini di Aprica, Bormio, Livigno, Talamona e San Giacomo Filippo. Tra gli esclusi anche lo stesso presidente che vedrà il suo mandato di sindaco a Teglio finire nel 2023.

Da segnalare che se la legge Delrio prevedeva originariamente la gratuità della carica di presidente provinciale, oggi l’indennità pecuniaria relativa a chi presiede palazzo Muzio sono 4.350 euro mensili lordi, ma in base alla legge di bilancio 2022, nel 2024, quando la novità sarà a regime, l’emolumento salirà a 9.666 euro lordi mensili.
News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie