Domenica 05 dicembre 2021

Campodolcino, venerdì concerto canoro Iuvenes Classicantes

Condividi

Il Comune di Campodolcino, in collaborazione con il Consorzio Turistico Valchiavenna e Piuro Cultura, ha in programma per l’estate due importanti appuntamenti canori.
Prima esibizione prevista per venerdì 25 luglio con il gruppo Iuvenes Classicantes, un gruppo di nuova formazione composto interamente da giovani maestri diplomati presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, appassionati studiosi del repertorio barocco e tardo barocco tedesco. Il gruppo è formato da una sezione di archi (2 violini, viola, violoncello e basso continuo all’organo) e cantanti.
Curando ognuno la propria formazione individuale con maestri di chiara fama internazionale, i componenti del gruppo hanno deciso di riunire insieme le diverse esperienze per dare vita a questo giovane e versatile gruppo che vuole approfondire la conoscenza della grande musica tedesca per renderla fruibile all’ascolto e diffonderla tra appassionati e neofiti.
I componenti del gruppo (Federica Napoletani – soprano, Livia Roccasalva e Mattia Zambolin – violini,Clauda Vitello – viola, Rosetta Kruisinga – violoncello e Claudio Cardani – Basso Continuo) affiancano la pratica cameristica e quella solistica e orchestrale in Svizzera e all’estero, rendendo interessante e sempre ricca di nuovi colori la cooperazione tra musicisti.
Il concerto cameristico che si propone s’iscrive in una grande tradizione di recupero e scoperta dei capolavori tedeschi del XVI e XVII secolo. Da sempre, in Germania, la musica ha ricoperto un ruolo fondamentale nella cultura e nella vita quotidiana del popolo, raggiungendo proprio nel periodo in questione, delle vette artistico-musicali che sono, a buon diritto, considerate tra le più ragguardevoli della storia della musica occidentale. Scopo del concerto è quello di aprire uno spiraglio su questo grande mondo ancora troppo nascosto, per assaporare insieme, nella rapida corsa di una notte estiva, l’eco lontana di antichi splendori.
Proprio fede e musica saranno i protagonisti della serata: due campi che si sono intrecciati in un libero gioco artistico, senza mai esaurire la loro potenzialità espressiva, sempre permeata da quello stupore proprio dell’artista di fronte alla grande esperienza della fede.

Lascia un commento

*

Ultime notizie