Giovedì 02 dicembre 2021

Bacio dopo Bacio, un successo di pubblico a Cosio Valtellino

Condividi

Domenica sera, l’impavida formazione del Laboratorio Teatrale Quadrato Magico Adulti ,ha portato in scena nella calda e suggestiva bomboniera del Teatro Frassati di Cosio Valtellino, lo Spettacolo BACIO DOPO BACIO, liberamente tratto dall’opera di Paloma Pedrero.
Un fortunato pubblico ha potuto assistere alla performance di un gruppo di attori, in parte neofiti e in parte scafati e consumati, che sotto la guida della regista Gigliola Amonini, calcava la scena per la prima volta INSIEME.
Proprio la parola INSIEME è stata il collante che ha tenuto saldi e coese queste persone, che fino a pochi mesi prima nemmeno sapevano della rispettiva esistenza e che al termine del viaggio teatrale sono diventati conoscitori e custodi di aspetti personali e profondi delle anime di ciascuno.
Sebbene sia trasparita una certa emozione, il palco e la platea sono stati avvolti dall’energia della scena che come soffice neve ha ricoperto per qualche ora il purpureo salotto.
BACIO DOPO BACIO è stato il frutto di un percorso teatrale di un gruppo eterogeneo, che grazie alla sapienza di tecnici capaci e assistenze competenti è riuscito a coordinare un elevato numero di attori, superando anche l’insidioso imprevisto insito in un complesso meccanismo come quello visionato nella prima messa in scena.
Ma è proprio l’imprevisto, il vuoto di memoria improvviso che arriva come una frustata e non te lo aspetti, l’emozione che ti strozza la voce che rende la finzione realtà e la realtà magia, in un susseguirsi di eventi uniti in questo caso dal BACIO.
Ma dove li posizioniamo ora questi baci in eccedenza che fioriscono spontanei sulle nostre labbra? E poi cos’è un BACIO? Ci è stato illustrato con passione ed energia dal susseguirsi delle scene che si alternavano ora scanzonate, ora palpitanti poi struggenti e infine spumeggianti.
Il bacio, quel gesto così comune a tutti, a volte scontato a volte cercato e ambito, a volte trascurato, che ci appartiene e che accompagna la vita di ogni essere umano, dalla nascita fin alla fine di tutto. Quella fine che poi in verità è l’inizio. Il bacio, un mezzo per potersi respirare un po’ il cuore e assaporarsi l’anima a fior di labbra.
Lo spettacolo, come un ottovolante, ha fatto volare il pubblico sulle emozioni scatenate da questo potente talismano che infonde sempre nuova energia e rigenera la speranza, come capita a chi calca la scena per la prima volta ma anche a chi calca le scricchiolanti e indulgenti doghe la volta successiva e quella dopo ancora e così via. Ogni volta si scopre una sensazione nuova ed unica, una scintilla che si accende nel buio, una vibrazione che percorre i corpi e riscalda i cuori.
Questa è la magia del teatro.
Fonte: Quadrato Magico

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie