Trenta alberi sradicati dal vento al Parco Adda Mallero

Condividi

E DISTACCO DI RAMI IN DIVERSE ZONE DELLA CITTÀ A CAUSA DEL TEMPORALE
Nessun danno a persone e cose ma tanti rischi

Sono 30 le piante del Parco Adda Mallero sradicate dalla furia del vento che ha preceduto l’attività temporalesca di domenica scorsa: un evento non prevedibile nella sua violenza che deve far riflettere i cittadini sui comportamenti da adottare in queste situazioni e le amministrazioni pubbliche sulla programmazione della manutenzione del verde pubblico. La ricognizione effettuata dall’Ufficio tecnico comunale ha consentito di stilare un bilancio degli schianti e dei distacchi di rami in diverse zone della città.
All’approssimarsi dell’estate è utile ricordare i comportamenti adeguati da adottare per non correre inutili rischi. In caso di forte vento è consigliabile allontanarsi da oggetti o manufatti che possano essere danneggiati o spostati violentemente, come tensostrutture, impalcature, gazebo, cartelloni pubblicitari, e cercare riparo presso una struttura solida in muratura. In caso di forti piogge e temporali con tuoni e fulmini è opportuno allontanarsi da tutti gli elementi che spiccano per altezza rispetto al territorio circostante, come alberi, strutture metalliche, antenne e ponteggi, perché potrebbero essere colpiti dai fulmini. Come pure dai corsi d’acqua, che potrebbero ingrossarsi in breve tempo, e da laghi o piscine che attirano i fulmini. Sono inoltre da evitare l’uso di telefoni cellulari o di altri apparecchi a radiofrequenza e l’accensione di fuochi, in quanto il calore svolge una funzione catalizzatrice.

Dormire Sondrio

Hotel Europa***

Shopping Sondrio

Mostachetti Costruzioni


Ultime notizie