Lunedì 29 novembre 2021

53mila valtellinesi hanno già ricevuto la seconda dose

Condividi





Alla data del 28 giugno, nei centri vaccinali, negli ambulatori e presso i presidi ospedalieri della provincia di Sondrio, 15 in totale, compresi i cinque hub aperti a Sondalo, Villa di Tirano, Sondrio, Morbegno e Chiavenna, risultano somministrate 154.726 mila dosi, tra prima, seconda o dose unica, di cui 29.480 AstraZeneca, 4552 Johnson & Johnson, 8534 Moderna e 112.160 Pfizer. Sono 52.263 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale, 107.015 quelli che nelle prossime settimane riceveranno la seconda dose. Tra questi ci sono i settantenni vaccinati con AstraZeneca a partire dal 12 aprile scorso, per i quali devono decorrere 11 settimane dalla prima dose, e le altre fasce d’età vaccinate con Pfizer o Moderna che prevedono rispettivamente 35 e 42 giorni di intervallo tra le due dosi.

≪Le vaccinazioni proseguiranno regolarmente nelle prossime settimane e le prenotazioni per le seconde dosi risultano ad oggi confermate – spiega il direttore generale Tommaso Saporito -: la situazione è in evoluzione e attendiamo le indicazioni dell’Unità di crisi che saranno recepite dalla Regione Lombardia. Al momento le scorte di vaccini ci consentono di continuare con la somministrazione di prime e seconde dosi≫. Proprio ieri sono stati consegnati presso la Farmacia dell’Asst nuovi quantitativi di AstraZeneca e Moderna e per la settimana prossima è attesa una fornitura di Pfizer.
Nel frattempo, rispetto a venerdì scorso, è sceso ulteriormente il numero dei malati covid-19 ricoverati all’Ospedale Morelli di Sondalo nell’unico reparto aperto: oggi sono 11, tre in meno, nessuno dei quali in Terapia intensiva. Ad oggi non risultano casi di variante indiana in provincia di Sondrio.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie